IL FASCINO DEI QUARTIERI EBRAICI SPAGNOLI - Cosa vedere

Cattedrale di Tortosa

Cattedrale di Tortosa

Cattedrale di Segovia

Cattedrale di Segovia

Cáceres

Cáceres

 

IL FASCINO DEI QUARTIERI EBRAICI SPAGNOLI - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: YD4ESC09

Partiamo da Cáceres, cittadina dell'entroterra spagnolo dove si trova un Quartiere Ebraico di dimensioni imponenti. La struttura consiste in una sorta di braccio che collega fra loro diverse strade, alcune di maggiori dimensioni, altre più piccole. Il Quartiere Ebraico consiste in un complesso di oltre duecento piccole piazze, con scorci ed angoli affascinanti. Da visitare il Palacio de Isla.

 

L'itinerario prosegue verso Segovia, cittadina dell'affascinante regione della Castiglia. Il quartiere Ebraico di Segovia è ben conservato, assai elegante e recentemente restaurato.

Le attrazioni del territorio sono l'Antica Sinagoga, convertita in chiesa dedicata al Corpus Christi, ed i resti del cimitero ebraico.

 

Spostandosi a nord est, si raggiunge Tudela, la cittadina dove nacque il viaggiatore Benjamin de Tudela. Un tempo, durante il periodo medievale, il Quartiere Ebraico di Tudela era il centro della Navarra. Oggi questo itinerario, che ha ricevuto il plauso del Consiglio d'Europa, è contraddistinto dalle piccole stradine e dai caratteristici lampioni.

 

L'ultima tappa del percorso ci porta verso Tortosa, in Tarragona, verso sud est. Il Quartiere Ebraico di questa città fu popolato dall'élite ebrea, fra cui banchieri e letterati. Oggigiorno è una colorata e fascinosa fetta del panorama cittadino che conduce verso il Porto, e quindi abbastanza animato e vivace.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK